Prog. 2264 – Arrediamo l’ostello per gli allievi infermieri

Prog. 2264 – Arrediamo l’ostello per gli allievi infermieri

Kasarani (Kenya); Tipologia: arredo ostello; Beneficiari: 72 ragazze e ragazzi
0% Donated
Obiettivo : € 6.900,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato

CONTESTO

Kasarani è un sobborgo alla periferia di Nairobi sorto sotto l’impulso dell’emigrazione di persone che abbandonano le aree rurali in cerca di migliori condizioni di vita. È costituito da agglomerati di baraccopoli come Mwiki, Mathar, Zimmerman e Githui in cui vivono in condizioni di miseria circa 800.000 persone, in maggioranza bambini e giovani. Mancano scuole, centri sanitari e infrastrutture.

Il 35% degli adulti è analfabeta e la maggior parte dei bambini, terminata la scuola primaria a 14 anni, interrompono gli studi e affollano le strade dove vivono con mille espedienti.

La qualità dell’insegnamento spesso è molto scarsa perché le classi sono sovraffollate e gli insegnanti insufficienti e mal retribuiti. 

L’ostello ospiterà 72 ragazze e ragazzi che arrivano da lontano per frequentare la scuola infermieri. 

PROGETTO

 In questo contesto sono impegnate in ambito pastorale, sanitario ed educativo le Little Sisters of St. Francis, un terz’ordine regolare nato in Uganda nel 1993 e oggi presente in Kenya e in altri Paesi dell’Africa.

Suor Annastacia Ndungwa Malila è una religiosa keniota che dirige la “St. Francis School” a Kasarani, una scuola infermieri fondata 10 anni fa. Ci scrive: “Da 30 anni vivo fra questa gente impegnata in opere e attività per migliorare le loro condizioni di vita e di salute. Nel 1996 ho aperto un piccolo dispensario e successivamente un ambulatorio, una maternità e finalmente il St. Francis Community Hospital che offre prestazioni ambulatoriali a 800-1.000 pazienti al giorno e circa 5.600 ricoveri al mese. Il numero crescente di pazienti si è presto scontrato con la mancanza di personale rischiando di compromettere la qualità delle cure. Per questo è stata costruita una scuola infermieri che oggi ha 279 iscritti. Gli allievi svolgono in ospedale la formazione pratica diventando allo stesso tempo una risorsa per la gestione dei singoli reparti e per gli ambulatori migliorando la qualità dell’assistenza e delle cure.

Ora vorremmo aprire un ostello per accogliere almeno 72 allievi infermieri che arrivano da lontano. La struttura esiste già ma va arredata.

Ci rivolgiamo a voi, amici dell’OPAM per acquistare 36 letti a castello (€ 4.500), 72 banchi e sedie (€ 2.500) e armadietti (€ 900). La comunità locale contribuisce con € 1.000. Vi chiediamo dunque di aiutarci con un contributo di € 6.900. Grazie anticipatamente.”