Prog. 2230 – Servizi igienici per il Centro Culturale

Prog. 2230 – Servizi igienici per il Centro Culturale

Makebuko (Burundi); Tipologia: servizi igienici; Beneficiari: 100 giovani; Stato del progetto: FINANZIATO
0% Donated
Obiettivo : € 7.500,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato

CONTESTO

Makebuko è uno degli 11 comuni della provincia di Gitega in Burundi. Dista 24 km dall’omonimo capoluogo di provincia. Si sviluppa su un territorio collinare di 170 kmq nella regione del Kirimiro ad un’altitudine compresa tra 1.600 e 2.000 mt.

I suoi 65.300 abitanti sono distribuiti in 9 colline (Imisozi in lingua Kirundi) e oltre il 60% ha meno di 25 anni.

La popolazione vive principalmente di agricoltura e piccolo allevamento che a fatica sta uscendo da una produttività di mera sussistenza.

Nel suo territorio ci sono 20 Scuole Fondamentali (EF), che assicurano i primi 9 anni di formazione di base con 14.833 studenti e 7 scuole secondarie frequentate da 2.536 studenti. 

Servizi igienici per un Centro Culturale polivalente con una piccola biblioteca, al servizio di molte scuole e di attività formative

PROGETTO

Andare a scuola non basta se poi non si ha l’opportunità di studiare e per questo servono i libri e un luogo adatto. Le abitazioni rurali di Makebuko hanno spazi angusti e non dispongono di elettricità e quindi anche i più fortunati, quando cala il sole, non possono più studiare. Per rispondere a queste esigenze l’OPAM ha sostenuto la costruzione del Centro Culturale Sainte Thérèse d’Avila, costituito da una grande sala polivalente con annessa una sala di lettura e una piccola biblioteca.

Il Centro è stato inaugurato nel 2015. Sorge sulla collina Mwaro Mavuvo e accoglie ogni giorno un centinaio di ragazzi. E’ facilmente raggiungibile dagli studenti che frequentano le scuole fondamentali di Mwaro Mavuvo, Gassa, Makebuko 1 e 2 , Nyamaganika, Bugumbasha, e da quelli dei licei St. Alphonse, del Liceo Comunale di Murenda e del Liceo Tecnico di Makebuko. Inoltre è una risorsa importante per tanti giovani che, non avendo la possibilità di proseguire gli studi superiori, cercano di autoformarsi e soprattutto di non dimenticare quanto hanno appreso. Questo spazio è anche utilizzato per diverse attività formative: alfabetizzazione degli adulti, formazione agraria, promozione delle donne, recupero e diffusione della cultura locale…, permettendo di superare i limiti di marginalità sociale di cui soffre una popolazione rurale come questa.

Ci scrive Padre Antoine Marie Zacharie Igirukwayo, iniziatore del Centro e vicario provinciale dei Carmelitani: “I giovani di Makebuko non finiranno mai di ringraziarvi per aver contribuito alla nascita del Centro Culturale. Certo ancora molto resta da fare come far crescere la biblioteca arricchendola di nuovi libri, acquistare altri tavoli…, ma c’è qualcosa che è molto urgente ed è quella di dotare il Centro di servizi igienici.

Abbiamo già il terreno disponibile. Il costo per realizzare 6 toilettes è di € 8.126. La comunità locale offre un contributo di € 626. Con fiducia ci rivolgiamo a voi per chiedervi un aiuto per realizzare questo progetto con un contributo di € 7.500. Grazie anticipatamente.”