Prog. 2228 – Un dormitorio per le bambine

Prog. 2228 – Un dormitorio per le bambine

Mlambe (Malawi); Tipologia: edilizia scolastica; Beneficiari: 30 ragazze; Stato del progetto: REALIZZATO
0% Donated
Obiettivo : € 12.000,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato

CONTESTO

Il Malawi è un Paese tra i più poveri e più densamente popolati dell’Africa sub-sahariana. Il 90% della popolazione vive nelle zone rurali praticando un’agricoltura di sussistenza basata su metodi tradizionali e fortemente dipendente dalla stagionalità delle piogge. Il 40% degli abitanti è sotto la soglia di povertà e non ha accesso a servizi di base. Oltre il 67% della popolazione ha meno di 25 anni e l’età media è di 16 anni. Le cifre ufficiali dicono che il tasso di alfabetizzazione è relativamente alto, il 74%, ma solo un quarto dei bambini che completano la scuola primaria si iscrive alla secondaria, solamente il 9% di essi dimostra una qualche padronanza della lingua inglese (la lingua ufficiale del Paese, mentre quella parlata è il Chichewa) e appena il 2% va oltre il livello base nelle capacità di calcolo. 

Un ostello accanto alla scuola con un dormitorio per 30 ragazze che vengono da lontano

PROGETTO

L’Arcidiocesi di Lilongwe copre un territorio di circa 24.000 kmq con oltre 5,2 milioni di abitanti, nella Regione Centrale del Paese. E’ impegnata da sempre nello sviluppo umano integrale delle sue comunità. Nel 2011 ha aperto una nuova parrocchia a Benga, località del distretto di Nkhotakota a 10 km dal lago Malawi e a 30 km dalla Foresta di Ntchisit, e l’ha affidata ai missionari della Comunità di S. Paolo Apostolo (MCSPA, Missionary Community of St. Paul the Apostle).

La parrocchia conta 120.000 abitanti che vivono in condizioni di estrema povertà. La maggior parte degli adulti è analfabeta. I missionari hanno da subito avuto fra le loro priorità quella di assicurare il diritto all’istruzione a tutti. Al loro arrivo, infatti, solamente il 58% aveva completato la scuola primaria, il 16% la secondaria e solo il 31% dei bambini poteva frequentare la scuola materna. Tanto è stato fatto in questi anni ma resta ancora molto da fare. Non tutti i villaggi hanno una scuola e i bambini devono percorrere grandi distanze per raggiungerne una, e questo penalizza in modo particolare le bambine tanto che solo il 2.6% riesce a terminare la scuola primaria. Percorrere grandi distanze, in territori isolati, le espone a molti pericoli e le famiglie preferiscono tenerle a casa.

Il parroco di Benga, Padre Manuel Hernandez, si rivolge all’OPAM per la costruzione di un dormitorio per le ragazze della “Scuola Primaria Chamalire” di Mlambe: “Questa scuola è importante perché serve diversi villaggi della parrocchia. Ma alcuni distano molti chilometri e i bambini devono camminare più di un’ora per raggiungerla. Per favorire la frequenza scolastica delle bambine è indispensabile dotare la scuola di un ostello. Ci rivolgiamo con fiducia a voi, amici dell’OPAM, per aiutarci a coprire i costi per costruire e arredare un dormitorio per 30 bambine con annessi servizi igienici e docce, e dotare l’ostello di un serbatoio per la raccolta dell’acqua. Il tempo previsto per portare a termine il progetto è di dieci settimane. Il costo totale è di € 25.920, importo coperto in parte da una donazione di € 10.000 e dalla comunità locale che partecipa con € 3.920. Il contributo che chiediamo all’OPAM è di € 12.000.”

Padre Manuel Hernandez, a nome della Comunità di San Paolo Apostolo e della parrocchia di Benga, ringrazia quanti prenderanno a cuore questo progetto permettendo alle bambine di realizzare il sogno di andare a scuola.

 

Leggi la testimonianza del progetto