Prog. 2217 – Tornare a scuola in sicurezza

Prog. 2217 – Tornare a scuola in sicurezza

Mokili Ngonga (Rep. Dem. del Congo) ; Tipologia: edilizia scolastica; Beneficiari: 240 alunni; Stato del progetto: REALIZZATO
0% Donated
Obiettivo : € 8.400,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato

CONTESTO

Gli amici dell’OPAM seguono da diversi anni l’opera delle “Suore di S. Giuseppe” nella regione del Plateau Batéké, un vasto altopiano situato a 150 km dalla capitale, al confine tra la provincia di Kinshasa e quella del Bandundu nella Repubblica Democratica del Congo. A Mokili Ngonga, uno dei numerosi villaggi che costellano l’altopiano, le Suore di S. Giuseppe dal 2004 hanno avviato la loro missione in una delle zone più popolate, povere e abbandonate della regione, affrontando la grave situazione che vi hanno trovato: malnutrizione, alta percentuale di mortalità infantile, grande miseria, mancanza di infrastrutture, di luce elettrica, di acqua e di quanto è indispensabile ad una dignitosa vita umana, oltre ad un tasso di analfabetismo molto elevato tra i piccoli come tra gli adulti.

Così, tra le altre opere, sollecitate dalle famiglie che sognavano l’istruzione per i loro figli le missionarie avevano dato vita ad una scuola primaria. Dapprima le lezioni si svolgevano sotto gli alberi, poi via via è nata la scuola in muratura. L’OPAM sostiene questa preziosa istituzione educativa sin dal suo nascere, intervenendo sia con le adozioni scolastiche a distanza sia con progetti per arredare e far crescere la scuola. Questa, come sapete, negli anni si è sviluppata seguendo la crescita degli alunni e ora ha anche 4 livelli della scuola secondaria con due indirizzi: Pedagogia generale e Biologia/Chimica.

L’ottima qualità dell’insegnamento e la possibilità per i bambini dei villaggi più lontani di ricevere vitto e alloggio nell’ostello della scuola fanno sì che le richieste di iscrizione crescano anno dopo anno. In quest’anno scolastico gli alunni sono 480. 

Nuovi servizi igienici separati per bambine e bambini per migliorare le condizioni igienico-sanitarie della scuola

PROGETTO

Ci scrive Suor Anna Alfreda Kumbi Kumbi, Consigliera Generale delle Suore di San Giuseppe: “Dai giovani di Plateau de Batéké la scuola è vista come un’ancora di salvezza. Tutti sono consapevoli che solo attraverso l’istruzione ed un’educazione di qualità potranno dare una svolta positiva alle condizioni di miseria in cui vivono e colorare di speranza il proprio futuro. La chiusura prolungata delle scuole a causa della pandemia di Covid-19 sta creando notevoli problemi. Nei villaggi manca tutto ciò che assicura una vita minimamente decorosa (acqua, luce, servizi sanitari…) e queste carenze diventano ancora più drammatiche in una situazione di emergenza sanitaria come quella che stiamo vivendo. In questo tempo cerchiamo di dare un supporto alimentare per facilitare il confinamento e impedire che i bambini e i ragazzi siano costretti ad andare a lavorare per aiutare le famiglie ad avere il necessario per sopravvivere. Ci auguriamo che a settembre la scuola possa riprendere normalmente, ma è importante utilizzare questo tempo per migliorare le condizioni igienico-sanitarie della struttura al fine di garantire la salute dei nostri ragazzi.

Nel 2018, grazie al sostegno dell’OPAM, abbiamo dotato la scuola e l’ostello annesso di un primo blocco di servizi igienici, ora è urgente costruire il secondo blocco di 3 toilette con fossa settica e 4 docce, con un costo totale di 8.400 €, in modo da aumentare il numero dei servizi e separare quelli delle bambine da quelle dei bambini. Ci auguriamo di ricevere dai nostri amici dell’OPAM una risposta positiva a questa nuova richiesta perché la chiusura delle scuole, in Paesi come il nostro, rappresenta un vero dramma con ripercussioni immediate e future che aggravano la fragile situazione sociale e umana di tutto il Paese.”

 

Leggi la testimonianza del progetto